M. Muresu, Il monachesimo athonita dalle prime forme anacoretiche alle riforme di S. Atanasio (IX-X secolo)

 
Abstract
La penisola di Athos, compresa nella regione della Grecia chiamata Calcidica, è da oltre un millennio custode di una tradizione monastica autoctona fondata sull’eremitismo ed evolutasi nei secoli fino alla costituzione di una vera e propria Repubblica, incentrata sulla sovranità di venti sacri monasteri e attualmente subordinata allo Stato Ellenico. La protezione offerta dall’Impero Bizantino nei secoli, il ruolo di santuario della Chiesa cristiana Ortodossa e le strette norme che attualmente regolano l’afflusso dei pellegrini hanno reso possibile la tutela del patrimonio storico, artistico ed archeologico di Athos, dall’età classica fino ai giorni nostri. Questo contributo consiste in una panoramica delle prime fasi di sviluppo della corrente monastica athonita, dalle sue prime manifestazioni anacoretiche fino all’arrivo di S. Atanasio tra il X e l’XI secolo.